Quando parliamo di immersioni storiche, a cosa pensi? Una risposta legittima potrebbe essere: alle immersioni sui relitti. Tuttavia, in Italia, patria dell’Impero Romano, puoi trovare una nuova dimensione storica immergendoti nel Parco Archeologico Sommerso di Baia, vicino a Napoli. Da Pozzuoli, a 20 minuti di treno ad est di Napoli, i centri subacquei possono farti scoprire i suoi tesori sommersi. Immergersi nella baia di Napoli è un’altra alternativa perfetta per esplorare questa favolosa regione italiana, che va da Procida a Sorrento, piena di tesori storici da esplorare e specialità deliziose da gustare (lo sapevi che la pizza è stata inventata a Napoli?).

A causa dell’eruzione del Vesuvio, Pompei venne sommersa dalla cenere ed Ercolano inghiottita dal fango. Baia, però, venne colpita da un evento sismico diverso: il bradisismo. A differenza del terremoto, che è un movimento prevalentemente orizzontale, il bradisismo muove il terreno in alto e in basso. Questo è il motivo per cui questa località, frequentata dalle persone ricche e famose dell’Impero Romano, si è inabissata. Secondo recenti ricerche, il bradisismo potrebbe, un giorno, invertirsi e riportare in superficie le rovine!

Mosaic floor in the Underwater Archaeological Park of Baia

Il parco archeologico sommerso di Baia conta 5 siti di immersione principali: “Portus Julius”, “Secca delle fumose”, “Ninfeo di Claudio”, “Villa dei Pisoni” e “Villa a Protiro”. Assicurati, però, di dare la priorità al “Ninfeo di Claudio” e a “Villa a Protiro”.

Nel “Ninfeo di Claudio”, puoi ammirare una strada lastricata lunga quasi 200 metri, le fondamenta per i bagni turchi e le splendide statue del ninfeo, dove l’imperatore Claudio era solito rilassarsi. Da notare che le statue sono copie degli originali, conservati nel museo archeologico del Castello di Baia, appena sopra il sito d’immersione.

“Villa a Protiro” è, per molti subacquei, il pezzo forte del parco archeologico sommerso di Baia. Questa antica villa romana aveva un cortile molto spazioso con un pavimento a mosaico bianco e nero. Il mosaico originale si trova ancora lì, in perfette condizioni. Prima di poterlo osservare, il tuo Divemaster dovrà smuovere delicatamente la sabbia nera che lo ricopre. Intorno a questo splendido sito, potrai seguire le fondamenta e scoprire pavimenti in marmo e resti di ceramiche.

Headless Statue in the Underwater Archaeological Park of Baia

Un altro sito che vale la pena di visitare è la “Secca delle fumose”. Ha un valore archeologico minore, ma permette di osservare l’attività vulcanica mentre ci si trova sott’acqua. È una specie di Jacuzzi naturale: bolle di gas sulfureo si alzano in continuazione dalla sabbia!


Biografia dell’autrice

Florine è un PADI Divemaster e lavora come blogger di viaggi subacquei presso World Adventure Divers. Si immerge in acque da tropicali a estremamente fredde, scegliendo le sue destinazioni in modo che il viaggio comprenda sia avventure subacquee che scoperte culturali, spiegando come farlo senza andare in bancarotta.

Share This

Articoli correlati