I Tesori Nascosti della Croazia del Sud

Pubblicato da

Scritto dalla guest blogger, Florine

La prima volta che ho sentito parlare della Croazia, si parlava di enormi relitti di navi e di una bellissima visibilità, che è, sicuramente, emozionante. Tuttavia, con una natura così meravigliosa  sulla terraferma, ero curiosa di controllare se si estendesse anche nel mondo subacqueo e iniziammo la nostra esperienza subacquea in Croazia.

Per dieci giorni, andai di isola in isola, tra Split e Dubrovnik, con l’intenzione di scoprire se ci fosse molto più da vedere sott’acqua, a parte i relitti. Il risultato ha superato le mie aspettative.

I miei due siti subacquei preferiti? L’Isola di Biševo e l’Arcipelago di Pakleni.

Modra Spilja Croatia

Foto: Florine, World Adventure Divers

Biševo

La piccola isola di Bisevo si trova ben a largo del Mar Adriatico ed è famosa per la sua Grotta Blu, il Modra Špilja. Per questo motivo, Bisevo si trovava da un po’ sulla mia lista dei posti subacquei da visitare e speravo di immergermi sul Modra Špilja. Che grande delusione quando scoprii che, da un paio di anni, era stato proibito immergersi , fare apnea o persino nuotare nella Grotta Blu.

Dopo essermi immersa su uno dei famosi relitti nell’isola vicina, Isola di Vis, dove alloggiavo, ho avuto la possibilità di immergermi in giornata a Bisevo. Così, visto che non mi potevo immergere nella Grotta Blu, potevo trascorrere il mio intervallo di superficie facendo un giro in barca nel momento migliore della giornata, mezzogiorno.

Quel giorno, feci un’immersione in corrente lungo la profonda parete di Punta Kobila al mattino, e immersione in grotta il pomeriggio alla Grotta della Foca o Medvedja Špilja.

La parete di Punta Kobila, a sorpresa, ha rivelato un’abbondante popolazione di nudibranchi. Non riesco a ricordare di aver visto così tante specie differenti in un altro posto del Mediterraneo. Con il mio compagno subacqueo, abbiamo avvistato: Doris, Hervia, Flabelline Rosa, Antiopella e Thurdilla tricolori, uno più colorato dell’altro.

 

Nudibranch Croatia

Foto: Florine, World Adventure Divers

Le Isole Pakleni

Le Isole Pakleni si trovano vicino a una delle spiagge più famose del Sud della Croazia, Hyar, e offre incredibili siti subacquei. Se sei fortunato, qui puoi fare immersioni con i delfini e le aquile di mare. Non c’erano delfini il giorno in cui mi sono immersa ma ho avuto la fortuna di vedere un’aquila di mare che si riposava sul fondale sabbioso a 40 metri. E di nuovo, su grandi gorgonie gialle che coprivano la parete, ho visto tantissime specie di nudibranchi. Questa volta ho anche visto qualcosa che non avevo mai visto prima: i nudibranchi stavano depositando le uova! È stato incredibile vedere le loro piccole uova formare un fiocco.

Soprattutto, grazie al servizio traghetti davvero efficiente e conveniente che collega Split e Dubrovnik alle isole, è stato semplice viaggiare e immergersi nella Croazia meridionale. A causa dell’afflusso di turisti a Luglio e Agosto, il momento migliore per godersi le isole croate è Maggio/Giugno o Settembre/Ottobre. In primavera l’acqua è più fresca, 14/16°C, per questo motivo suggerisco di fare la specialità Dry Suit Diver. In autunno l’acqua è più calda con temperature sui 20/22°C e la visibilità è migliore. A causa delle profondità di molti dei siti croati, sarebbe un’ottima idea arrivare con il brevetto PADI Advanced Open Water e con la Specilità Deep Diver , ma perché non fare i corsi direttamente lì?

 

Corsi Consigliati – I corsi PADI Deep Diver e PADI Wreck Diver per immergersi sui relitti più profondi. Il corso PADI Digital Underwater Photographer è sempre una scelta perfetta per avere dei ricordi delle proprie avventure. Se questo articolo ha stuzzicato il tuo appetito e vuoi immergerti in Croazia, allora dai un’occhiata alla nostra pagina Vacation Spotlight cliccando qui.

 


Autore Bio

Florine

Florine è una PADI Divemaster e una blogger di Viaggi Subacquei presso il World Adventure Divers.  Fa immersioni sia in acque tropicali che nelle estreme acque fredde, selezionando le sue destinazioni solo se del viaggio fanno parte l’avventura subacquea e le scoperte culturali, e mostrandoti come fare senza andare in bancarotta.